Un premio rivolto a chi ha concretamente favorito percorsi di inclusione e cura delle persone anziane


Agenpress. La Fondazione Alberto Sordi ha dato il via oggi a Roma alle celebrazioni per il centenario dalla nascita del grande attore romano, attraverso due eventi volti a sottolineare l’importanza di tutelare e valorizzare le persone anziane.

Per l’occasione, nella splendida cornice del Salone delle Fontane di Roma, è stato presentato il documento “Alleanza per le Persone Anziane”, ispirato a principi di personalizzazione dei percorsi di cura e di inclusione di chi vive nella “terza età”. I sottoscrittori del documentotra cui numerosi rappresentanti del mondo accademico ed esponenti delle istituzioni pubbliche, hanno condiviso sul palco i valori della co-progettazione e co-responsabilizzazione dei servizi volti ad implementare la cura a domicilio e l’invecchiamento attivo.

L’obiettivo che i vari attori sociali sono stati invitati ad intraprendere è un percorso condiviso per la realizzazione di modelli di intervento innovativi e di forte impatto sociale.

Durante la serata si è svolta la tanto attesa cerimonia di consegna del “Premio Alberto Sordi alla Solidarietà 2019″, presentato da Benedetta Rinaldi, giornalista RAI e conduttrice televisiva. Con il premio, la Fondazione è promotrice di gesti di solidarietà nei confronti della popolazione anziana fragile, contribuendo in tal modo ad alimentare un processo virtuoso di buone prassi condotte da donne e uomini di autentica umanità.

I vincitori del “Premio Alberto Sordi alla Solidarietà 2019” sono stati scelti per la loro profonda sensibilità e motivazione nell’aiutare concretamente gli anziani afflitti spesso da solitudine e bisognosi di cure. Quest’anno sono stati premiati la scultrice Maria Giustina Cappelli, l’infermiera in pensione Cristina Fattori, e l’Associazione Amici di Casa Insieme Onlus. La Social Street San Gottardo Meda Montegani di Milano ha meritato una menzione speciale per aver attivato un corso di alfabetizzazione digitale in cui gli anziani del quartiere imparano ad usare le nuove tecnologie.

Hanno preso parte alle manifestazioni: l’Avv. Ciro Intino, Direttore della Fondazione Alberto Sordi; l’On. Claudio Durigon, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nonché rappresentanti del mondo accademico e di enti del Terzo Settore. Sono intervenuti, inoltre, Giancarlo Magalli, autore e conduttore televisivo; Sergio Giussani, produttore di Ocean Productions; Luca Manfredi, regista.

“Abbiamo acceso un riflettore su tante concrete esperienze di solidarietà in favore di persone anziane, vissute talvolta in modo nascosto dai loro protagonisti: singoli cittadini, enti pubblici e privati, istituzioni di società civile che, con la loro opera, contrastano fenomeni di crescente solitudine ed isolamento di tanti nostri anziani. È emersa l’esigenza che questi veri e propri protagonisti della nostra vita democratica collaborino maggiormente fra loro per rafforzare processi d’inclusione sociale contro quella che Papa Francesco ha definito la cultura dello scarto”. Lo ha dichiarato l’Avv. Ciro Intino durante l’evento.

Il Sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon ha sottolineato che “l’attuale Governo è molto attento al ruolo del ‘terzo settore’ che rappresenta un aspetto molto rilevante del welfare di comunità e, per tale ragione, è aperto al continuo dialogo con tutti gli attori interessati”.

La serata si è poi conclusa con lo spettacolo di note e parole “Il Futuro di ieri” di Umberto Broccoli.

L’articolo Fondazione Alberto Sordi, premiata la solidarietà alle persone anziane in occasione della ricorrenza dei 100 anni dalla nascita dell’attore romano proviene da Agenpress.



Source by [author_name]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here