Agenpress. Ritardi oltre tre ore per via dei guasti causati dagli incendi degli impianti.

“Estate di fuoco per gli utenti del servizio ferroviario. Al di là dell’origine dolosa o meno dell’incendio della cabina elettrica, il punto è che per questo non può, comunque, andare in tilt l’intero sistema ferroviario di un Paese, come invece sta accadendo” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Insomma, l’infrastruttura mostra la corda e va ad aggiungersi al problema della vetustà del materiale circolante, ai Frecciarossa di prima generazione che lasciano regolarmente gli utenti fermi senza aria condizionata, costringendo i passeggeri al trasbordo da un treno all’altro, ai ritardi cronici per i pendolari” prosegue Dona.

“Per questo chiediamo che Trenitalia ed Italo si assumano le loro responsabilità, rimborsando almeno i biglietti per tutti gli utenti coinvolti, ossia il 100% del prezzo pagato. Non possiamo accettare, infatti, la mera applicazione di quanto prevedono i regolamenti europei in materia, che ad esempio, oltre le due ore, stabiliscono di regola un rimborso soltanto del 50% del costo del biglietto. Siamo di fronte, infatti, ad una situazione straordinaria, per i quali gli utenti, a fronte di disagi così gravi, hanno diritto ad una risposta immediata e ad un rimborso altrettanto straordinario” conclude Dona.

L’articolo Caos treni: Unc, rimborsate 100% prezzo biglietto proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here