Agenpress – La procura di Agrigento ha disposto il sequestro della nave della Open Arms ferma davanti a Lampedusa e l’evacuazione immediata dei profughi a bordo.

La decisione è stata presa al termine di un vertice che si è svolto alla Capitaneria di Porto di Lampedusa tra il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, che nel pomeriggio aveva fatto una ispezione sulla nave con uno staff di medici, e i vertici della Capitaneria.

Il sequestro della nave Open Arms disposto dalla Procura di Agrigento è un sequestro preventivo. Secondo quanto, si apprende, oltre all’inchiesta per sequestro di persona avviata nei giorni scorsi sulla base di esposti della ong spagnola, i magistrati hanno aperto un fascicolo a carico di ignoti per omissione e rifiuto di atti d’ufficio.

Il sequestro deve essere convalidato dal gip entro 48 ore. Secondo quanto si apprende, è stato deciso per le condizioni igienico-sanitarie e per quelle psicologiche in cui versavano i naufraghi. Una misura presa dunque a tutela delle persone a bordo della imbarcazione visto che la situazione, nelle ultime ore, si era aggravata. L’ipotesi di omissione o rifiuto di atti di ufficio, sottolineano in ambienti giudiziari, si configura anche nel caso in cui c’è l’obbligo di intervenire e non si interviene.

La custodia della Open Arms è stata affidata al comandante che ha facoltà di farsi aiutare dall’equipaggio. Il fascicolo aperto, a carico di ignoti, dalla Procura di Agrigento ipotizza anche il sequestro di persona. La nave dopo lo sbarco potrebbe essere portata a Porto Empedocle o a Licata.

“Finalmente l’incubo finisce, le persone rimaste riceveranno assistenza immediata in terra”,  scrive Open Arms su twitter.

L’articolo Open Arms. Il pm sequestra la nave e fa sbarcare i migranti. “Finalmente l’incubo finisce” proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here