Agenpress – “Nessun pericolo, la non c è più, è stato un gioco.Tutti invitati alla prossima : Via la al , in fondo se l’è cercata, e basta indagini, non servono più.

Capitano Ultimo annuncia su Twitter l’avvio della procedura per la revoca della scorta.  La parole del colonnello Sergio De Caprio, l’ufficiale dei carabinieri che arrestò Totò Riina, fanno il giro del web.

Lui scrive: «Via la tutela al Capitano Ultimo, in fondo se l’è cercata. E basta indagini, non servono più». Amarezza e rabbia nel tweet dell’ufficiale dei carabinieri che arrestò Totò Riina. Che posta la notifica dell’atto di avvio del procedimento di revoca della scorta.

«La mafia di Bagarella e di Riina non sono più un pericolo. Cara mamma, c’era una volta la sicurezza dei cittadini», aveva scritto in una serie di tweet, corredati dall’hashtag #no mobbing di Stato.

La prima a sollevare il problema, con tanto di appello via social rivolto al ministro dell’Interno, era stata Rita Dalla Chiesa. «Verrà tolta la scorta al Capitano Ultimo. A colui che arrestò Totò Riina. La scorta a Saviano sì, e a Capitano Ultimo no?”, aveva scritto su Facebook la figlia del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, assassinato dalla mafia il 3 settembre 1982.

A commentare la notizia, sempre via social era stato il diretto interessato. «I peggiori sono sempre quelli che rimangono alla finestra a guardare come andrà a finire. Sempre tutti uniti contro la mafia di Riina e Bagarella. No omertà No mobbing di Stato».

«La sicurezza dei cittadini non è una passerella, non è una macchina del voto. Bagarella e la mafia sono un pericolo, chi dice il contrario deve dimostrarlo oppure deve occuparsi di altro». Giorgia Meloni annunciò un’interrogazione parlamentare: Gli eroi che hanno combattuto e che combattono la mafia devono essere sostenuti e difesi dallo Stato.

L’articolo Capitano Ultimo. “Mi revocano la scorta. Nessun pericolo la mafia non esiste più” proviene da Agenpress.





Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here