Agenpress – “Oggi FI è in una condizione di debolezza tale che non può fare altro che riconoscere la leadership di Salvini e muoversi di conseguenza. Però un ruolo Berlusconi potrebbe ancora averlo, se volesse: potrebbe fare da suggeritore dietro le quinte, dare idee, contenuti, aiutare a costruire una proposta di governo che la Lega oggi non ha”.

Così Giuliano Urbani, tra i fondatori di Forza Italia, in un’intervista al Corriere della Sera. “Penso che a 83 anni dovrebbe lasciare il timone del partito e ritagliarsi un ruolo diverso, che ancora può svolgere. Altrimenti FI è destinata a soccombere. Anche la Meloni, per dire, oggi ha un ruolo che FI non ha. E’ stata brava a trovare anche contenuti moderni. Non so se riuscirà a scrollarsi di dosso le scorie delle sue origini, ma ha conquistato uno spazio. FI non può ridursi a non averne nessuno”.

Urbani parla anche di Renzi,  “trovo incredibile che  colui che ha inventato il Conte-bis, possa rivolgersi ai delusi di Forza Italia o al partito nel suo complesso e ancor più agli elettori. Se c’è uno che oggi il popolo del centrodestra non voterebbe mai e non considererebbe mai è proprio lui. E’ in assoluto il più detestato tra i leader della maggioranza, e non se ne rende conto”.

 

L’articolo Urbani (FI). Renzi nel centrodestra è il più detestato. Berlusconi lasci il timone del partito proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here