Coronavirus. Niccolò è partito per l’Italia. Quarantena in Cina per chi torna nelle città

0
7


Agenpress –  Niccolò è partito per l’Italia: lo studente 17enne di Grado, bloccato a Wuhan per due volte a causa della febbre, è riuscito al terzo tentativo a lasciare la città focolaio dell’epidemia del nuovo coronavirus. Dopo aver finalmente superato i controlli medici, il ragazzo è salito a bordo dell’aereo dell’Aeronautica militare italiana che è decollato in piena notte per riportarlo in patria.

Intanto la municipalità di Pechino ha ordinato la quarantena di 14 giorni per chiunque ritorni nella città dopo le vacanze, minacciando punizioni per chi non rispetterà l’isolamento. Per il periodo di quarantena – prevede l’ordinanza – si potrà scegliere tra la propria abitazione o i centri appositi.

La Cina deve migliorare il sistema di risposta e prevenzione delle epidemia, risolvendo i punti deboli e le criticità emerse col nuovo coronavirus. “Garantire sicurezza e salute delle persone è un compito importante del nostro partito”, ha affermato il presidente Xi Jinping nella 12/ma riunione del Comitato centrale per l’approfondimento delle riforme del Pcc, secondo la tv pubblica Cctv. Xi ha anche detto che Pechino si adopererà per migliorare l’assicurazione medica e i sistemi di cura delle principali malattie.

 

L’articolo Coronavirus. Niccolò è partito per l’Italia. Quarantena in Cina per chi torna nelle città proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui