Sudisti Italiani: “Noi meridionali forse non moriremo per Coronavirus, ma di stenti”

0
22


Agenpress. “Bisogna che il Governo immediatamente disponga la riduzione del costo dei generi alimentari” dichiarano i Sudisti italiani affermando che: “essi hanno un costo troppo elevato, a danno dei cittadini meno abbienti, i quali sono stati maggiormente colpiti  dall’epidemia per quanto riguarda l’aspetto economico.

Abbiamo constatato che 100 euro non bastano ad acquistare l’essenziale necessario per una settimana.

E’ vero che i grandi magazzini si stanno  impegnando, in modo eroico, per la collettività in quanto rimangono aperti: ciò è apprezzabile, tuttavia non risolve le problematiche di coloro i quali svolgevano attività precarie, anche saltuarie, con le quali riuscivano a procacciarsi un reddito, di cui ora sono privi, che assicurava loro la possibilità di poter sopravvivere. Essi ora non hanno denaro. E’ certo che non possono rinunciare al cibo e non vogliono morire di fame, oltre a correre il rischio di morire a causa del coronavirus.

Il presente appello è finalizzato a sensibilizzare il Governo affinché velocizzi l’erogazione di un contributo economico, già previsto, a quanti ne hanno bisogno.

In tal modo, si eviterà il rischio che vi siano persone le quali possano morire di fame ed, inoltre, si eviteranno dannose rivolte sociali, che potrebbero alimentare, ancor più, il diffondersi dell’epidemia”.

 

L’articolo Sudisti Italiani: “Noi meridionali forse non moriremo per Coronavirus, ma di stenti” proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui