L’ opinione di Roberto Napoletano. Scuola dimezzata dai privilegi nascosti dietro la Smart working

0
6


AgenPress. Nella scuola “comandano” i sindacalisti che difendono il privilegio dell’impiego pubblico che non ha mai perso lo stipendio e, con le dovute eccezioni, vede nello smart working una opportunità per tirare i remi in barca. In questo modo rinnegano la loro missione e tradiscono la loro gente.

Perché nascondendosi dietro un concetto formale di sicurezza impediscono perfino di tenere aperte le scuole di mattina e di pomeriggio, magari di sabato e di domenica, superando i problemi di distanziamento e mostrando capacità di reazione all’altezza della situazione. Servono concretezza e inventiva per garantire la didattica di persona e bloccare la spirale perversa delle diseguaglianze territoriali. Perché è in gioco il bene primario che è la formazione dei nostri giovani. Purtroppo, concretezza e inventiva latitano.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravoce-dellitalia/gli-editoriali/cultura-e-istruzione/2020/06/28/leditoriale-di-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-scuola-dimezzata-dai-privilegi-nascosti-dietro-la-smart-working/

L’articolo L’ opinione di Roberto Napoletano. Scuola dimezzata dai privilegi nascosti dietro la Smart working proviene da Agenpress.



Source link

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui