L’Onu monitorerà la repressione degli oppositori in Russia. Deteriorata la situazione dei diritti umani

Date:

Share post:


AgenPress – Il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha deciso per la prima volta di monitorare la repressione degli oppositori in Russia e la situazione dei diritti nel Paese. I 47 Stati membri del Consiglio hanno adottato una risoluzione in tal senso, proposta da tutti i Paesi membri dell’Unione Europea con l’eccezione dell’Ungheria, con 17 voti a favore. 24 Paesi si sono astenuti e 6 hanno votato contro, tra cui la Cina. È la prima volta che Mosca è presa di mira da un testo riguardante la situazione dei diritti umani nel Paese.

Oltre alla Cina, hanno votato contro anche Cuba e il Venezuela. Prima del voto, l’ambasciatore russo presso le Nazioni Unite a Ginevra, Gennady Gatilov, ex vice ministro degli Esteri russo, ha criticato il testo e ha accusato “i Paesi occidentali di usare il Consiglio per scopi politici”.

Mosca, che ha lasciato il Consiglio quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha votato per la sua espulsione qualche mese fa a causa dell’invasione dell’Ucraina, ha comunque lo status di osservatore e come tale può intervenire nel Consiglio. La risoluzione, adottata in occasione del 70° compleanno del Presidente russo Vladimir Putin, decide di nominare un relatore speciale per monitorare “la situazione dei diritti umani” per un periodo di un anno. Dovrà “raccogliere, esaminare e valutare le informazioni pertinenti provenienti da tutte le parti interessate, compresa la società civile russa, sia all’interno che all’esterno del Paese”.

“Per anni abbiamo assistito a un continuo deterioramento della situazione dei diritti umani nella Federazione Russa, che si è accelerato negli ultimi mesi”, ha dichiarato l’ambasciatore lussemburghese Marc Bichler, presentando il testo al Consiglio.

“Le recenti leggi volte a soffocare i media indipendenti e le organizzazioni “indesiderate”, le dure sanzioni per chiunque metta in discussione il governo o il gran numero di persone arrestate in occasione di manifestazioni, sono alcuni esempi recenti di una politica sistematica di repressione”.

L’articolo L’Onu monitorerà la repressione degli oppositori in Russia. Deteriorata la situazione dei diritti umani proviene da Agenpress.



Source link

Redazione
Redazione
Consapevoli che un’informazione imparziale ed obiettiva non esista, Agenpress sostiene che: “la notizia nasce vera, ma il giornalista la rende “falsa”.

Consigliati da Agenpress

spot_img

Articoli Correlati

“Ti mangiamo il cuore”. Le donne in piazza contro Giorgia Meloni. “Preparati a tremare, siamo libere di lottare”

AgenPress – Un grande striscione con scritto “Fascista Meloni noi ti farem la guerra” e “Ti mangiamo...

Roma. Violenza sulle donne: uno al mese registrato nel 2022 al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Giovanni

Nel 2020, anno del lockdown, i casi di aggressione e di incidenti domestici contro le donne di età...

Anzio e Nettuno sciolti per mafia, Tirrito: “La politica faccia una riflessione seria su chi mette nelle liste elettorali”

AgenPress. “Lo abbiamo detto in tempi non sospetti, lo ribadiamo oggi che i consigli comunali di Anzio...

Maltempo. Nella notte 80 interventi vigili fuoco a Roma. Allagamenti nella zona dell’ Idroscalo di Ostia

AgenPress – Nella notte sono stati effettuati circa 80 interventi dalle squadre dei Vigili del Fuoco a...